Signora Merkel, non si faccia tentare!

Di Christoph B.Schiltz, Die Welt. Originale: https://www.welt.de/debatte/kommentare/article207146171/Debatte-um-Corona-Bonds-Frau-Merkel-bleiben-Sie-standhaft.html

Sicuramente i Paesi dell’Unione Europea dovrebbero aiutarsi l’un l’altro di fronte alla crisi del Coronavirus. Ma senza limiti? E senza alcun controllo? In Italia la mafia non aspetta altro che una pioggia di soldi da Bruxelles.

In questi giorni sono in gioco le fondamenta dell’Unione Europea. Una delle questioni principali di fronte alla pandemia del Coronavirus è questa: fin dove deve arrivare la solidarietà fra i 27 Stati membri? Bisogna essere generosi. Ma senza alcun controllo? E senza limiti? La solidarietà è un valore importante per l’Europa, ma anche la sovranità nazionale e la responsabilità dei politici nazionali verso gli elettori del loro Paese sono fondamentali.

Su questo sfondo si sviluppa in Europa il dibattito sugli aiuti finanziari prima e dopo l’epidemia. Roma e Parigi adesso insistono con tutte le loro forze per gli Euro(anzi Corona)-bond, cioè una garanzia comunitaria per i debiti. Questo tipo di obbligazioni sarebbero un affare in perdita miliardario per i contribuenti tedeschi.

Il dibattito è ben lungi dall’essere finito, e a Merkel e compagnia si può solo gridare: non lasciatevi tentare! Tanto più che l’Unione europea ora vuole mettere sul tavolo, per iniziare, 500 miliardi di euro per rapidi aiuti economici a Paesi come l’Italia o la Spagna. È una somma incredibile. Inoltre, le norme sugli aiuti di Stato saranno allentate e i limiti all’indebitamento cadranno. Perciò, il muro spartifuoco contro le conseguenze incontrollabili della crisi è alto.

Con questo, circa 200 miliardi degli aiuti già pianificati devono venire dal Meccanismo Europeo di Stabilità (MES). Purtroppo, solo l’Olanda difende l’idea che questi soldi debbano essere legati anche a condizioni efficaci. Perché Berlino su questo si gira dall’altra parte?

Dovrebbe essere ovvio che in Italia- dove la mafia è una presenza costante da Nord a Sud e non aspetta altro che una nuova pioggia di soldi da Bruxelles- gli aiuti finanziari debbano essere spesi esclusivamente nella sanità e non andare a finire nel welfare o nel sistema fiscale italiano.

E naturalmente gli italiani devono anche essere controllati da Bruxelles e dev’essere accertato che i fondi siano impiegati a dovere. Anche nella crisi del Coronavirus i principi essenziali dell’Unione Europea devono continuare a valere.

PhD student in Economics at Trento University. Passionate about politics, economics, languages and history, especially the Habsburg Empire.

PhD student in Economics at Trento University. Passionate about politics, economics, languages and history, especially the Habsburg Empire.